Fai crescere il tuo account Instagram con oltre 2k follower reali e organiciIniziare
Da Pubblicato il: Maggio 9, 2023

Uno degli obiettivi pi├╣ comuni per i creatori di contenuti ├Ę quello di farli diventare virali. Ma cosa significa effettivamente “virale”? Quante visualizzazioni deve avere un contenuto per essere considerato virale? La risposta non ├Ę cos├Č semplice come si potrebbe pensare. In questo articolo analizzeremo cosa significa che un contenuto diventa virale e quante visualizzazioni occorrono in genere perch├ę ci├▓ accada.

Definizione di “virale”

Quando diciamo che un contenuto ├Ę diventato virale, di solito intendiamo che si ├Ę diffuso rapidamente ed estesamente attraverso i social media e altri canali online. Questo pu├▓ accadere per una serie di motivi: il contenuto pu├▓ essere scioccante, divertente, commovente o semplicemente interessante. Qualunque sia la ragione, quando qualcosa diventa virale, spesso si ha l’impressione che tutti ne parlino.

Ma quante persone devono vedere un contenuto perch├ę sia considerato virale? Purtroppo non esiste una risposta univoca a questa domanda. Il numero di visualizzazioni necessarie perch├ę un contenuto diventi virale pu├▓ variare notevolmente in base a una serie di fattori, tra cui la piattaforma su cui viene condiviso, il pubblico a cui si rivolge e il contenuto stesso.

Fattori che influenzano la viralità

Diamo un’occhiata pi├╣ da vicino ad alcuni dei fattori che possono influenzare il numero di visualizzazioni di cui un contenuto ha bisogno per diventare virale:

1. Piattaforma: Alcune piattaforme sono pi├╣ favorevoli alla viralit├á di altre. Ad esempio, Twitter ├Ę noto per il suo feed veloce e in rapida evoluzione, che pu├▓ facilitare la rapida diffusione dei contenuti. D’altro canto, LinkedIn tende ad avere un tono pi├╣ lento e professionale, il che potrebbe rendere pi├╣ difficile la diffusione dei contenuti.

2. Pubblico: Anche le dimensioni e il livello di coinvolgimento del vostro pubblico possono giocare un ruolo importante nel numero di visualizzazioni di cui il vostro contenuto ha bisogno per diventare virale. Se avete un pubblico numeroso e attivo, potrebbero essere necessarie meno visualizzazioni perch├ę il vostro contenuto inizi a diffondersi. Al contrario, se il vostro pubblico ├Ę piccolo o poco coinvolto, potrebbero essere necessarie molte pi├╣ visualizzazioni per far s├Č che il vostro contenuto si diffonda.

3. Il contenuto: Naturalmente, il contenuto stesso ├Ę uno dei fattori pi├╣ importanti per determinare se qualcosa diventer├á virale. Come abbiamo gi├á detto, i contenuti divertenti, scioccanti o commoventi tendono ad avere maggiori possibilit├á di diventare virali. Ma anche all’interno di queste categorie ci sono delle sfumature: un video divertente potrebbe avere bisogno di meno visualizzazioni per diventare virale rispetto a un articolo che scalda il cuore, per esempio.

Di quante visualizzazioni avete bisogno?

Alla luce di tutti questi fattori, ├Ę difficile stabilire il numero esatto di visualizzazioni necessarie per rendere qualcosa virale. Tuttavia, ci sono alcune stime approssimative che possono darci un’idea di cosa abbiamo a che fare:

– Perch├ę un tweet diventi virale, potrebbero essere necessarie da poche centinaia a qualche migliaio di retweet e like.

– Un post su Facebook potrebbe necessitare da qualche centinaio a qualche migliaio di condivisioni e reazioni per diventare virale.

– Un video su YouTube pu├▓ avere bisogno da qualche migliaio a qualche centinaio di migliaia di visualizzazioni per essere considerato virale.

– Un post su un blog pu├▓ avere bisogno da poche migliaia a decine di migliaia di visualizzazioni per diventare virale.

Naturalmente, queste sono solo stime: il vostro chilometraggio pu├▓ variare a seconda del contenuto, della piattaforma e del vostro pubblico. Ma possono darvi un’idea del tipo di trazione che dovete generare se volete che i vostri contenuti diventino virali.

Consigli per la creazione di contenuti virali

Anche se non esiste una formula garantita per la creazione di contenuti virali, ci sono alcune cose che si possono fare per aumentare le possibilità:

1. Siate tempestivi: I contenuti tempestivi, che fanno riferimento a eventi o tendenze attuali, hanno maggiori probabilità di diventare virali rispetto ai contenuti evergreen.

2. Siate emotivi: I contenuti che suscitano una forte reazione emotiva – che si tratti di risate, rabbia o tristezza – hanno maggiori probabilit├á di essere condivisi.

3. Siate condivisibili: Facilitate la condivisione dei vostri contenuti includendo i pulsanti di condivisione sui social e creando contenuti visivamente accattivanti.

4. Siate unici: Non limitatevi a copiare quello che fanno gli altri. Trovate un’angolazione o una prospettiva unica che distingua i vostri contenuti.

Conclusione

In definitiva, non esiste una risposta univoca alla domanda sul numero di visualizzazioni necessarie affinch├ę un contenuto diventi virale. Tuttavia, comprendendo i fattori che influenzano la viralit├á e seguendo alcune best practice per la creazione di contenuti, ├Ę possibile aumentare le possibilit├á di creare qualcosa che risuoni con il pubblico e si diffonda a macchia d’olio su Internet.